Le 10 migliori attrazioni di New York City

Tempo di lettura: 3 minuti

New York è una città sorprende, facile da visitare e per certi versi accogliente.

Ma ha talmente tanti punti di interesse che spesso il turista è in difficoltà a decidere cosa visitare. Quindi ecco qui le 10 attrazioni imperdibili della città che non dorme mai.

Ho deciso di raccoglierle in un video per facilitarne la fruibilità, vedere con i propri occhi le meraviglie della Grande Mela è sicuramente la scelta migliore.
Vi ricordo che per visitare la città la cosa migliore è farlo a piedi, camminare, camminare, camminare. Entrare in contatto con l’anima della City e fermarsi ogni tanto per riposarsi, ascoltarla e vedere le persone che come noi si spostano camminando.

Usare la metro è un’esperienza che consiglio perché offre un punto di vista particolare della città, vi rimarrà in mente il suo rumore, il suo odore, la sensazione di libertà che regala nonostante si trovi sotto terra.

  1. Statua della Libertà, raggiungibile con il traghetto da Battery Park a Lower Manhattan. Può essere sufficiente anche soltanto ammirarla da qui, senza bisogno di andare sull’isola che la ospita ma, se avete tempo da dedicarle, poter mettere piede sul terreno che ospita Lady Liberty è sicuramente un’esperienza indimenticabile. Per entrare all’interno, o addirittura arrivare alla corona, servono dei biglietti acquistabili online o in loco, anche se riuscire a trovarli all’ultimo momento è praticamente impossibile.
  2. Ground Zero e World Trade Center: anche se le Torri Gemelle non sono più qui, la nuova area che sorge al loro posto merita una visita approfondita. Il memoriale è favoloso, il museo mette i brividi e il One World Trade Center offre una vista spettacolare su tutta la baia (biglietti acquistabili sul posto o meglio online), senza dimenticare la stazione Oculus, un monumento alla rinascita della città.
  3. Empire State Building: anche se non troverete King Kong aggrappato al grattacielo più famoso del mondo, non potete non visitarlo. Anche solo fotografarlo dal basso è un’emozione unica; salire fino al suo osservatorio è un’esperienza fantastica e indimenticabile, anche se la vista migliore della città, secondo me, è quella del Top of the Rock.
  4. Rockefeller Center: definito la città nella città, è un complesso di 19 edifici (14 quelli costruiti in origine, a cui ne vennero aggiunti altri 5 tra gli anni 60 e 70). L’edificio principale è il General Electric Building che ospita il Top of the Rock, la cui terrazza offre la vista migliore su Manhattan sopratutto al tramonto.
  5. Ponte di Brooklyn: senza dubbio uno dei simboli della città, unisce Manhattan a Brooklyn. Le emozioni che regala attraversandolo non hanno eguali; per me, la più grande emozione mai provata.
  6. Central Park: il polmone verde della city, assolutamente imperdibile sopratutto per organizzare un picnic domenicale e godere degli splendidi panorami che regala. È impossibile visitarlo tutto in un’unica occasione; la sua estensione di 3,41 km quadrati e gli innumerevoli sentieri lo rendono una delle attrazioni più particolari di tutta New York City e una delle più complesse da visitare. Un consiglio: non pianificate nulla e perdetevi al suo interno!
  7. Times Square: per me l’ombelico del mondo; il centro del pianeta; il centro pulsante di Manhattan; un agglomerato di cartelli pubblicitari che illuminano a giorno tutta la sua area; una folla pazzesca; la meta ideale del primo giorno di arrivo, sopratutto se il vostro volo atterra nel pomeriggio. Lasciate i bagagli in albergo e catapultatevi qui e rimanete a testa in su fino al sopraggiungere del torcicollo.
  8. High Line e Meatpacking District: una delle aree più cool della città, uno dei motivi per cui amare la città. Una zona che pochi anni fa risultava essere fatiscente e deserta, adesso è diventata il punto di incontro più alla moda di Manhattan. La passeggiata offerta dalla High Line è un’esperienza indimenticabile e un punto di vista diverso della città; ammirare le strade dall’alto è un’esperienza davvero insolita.
  9. SoHo,il Village, Chinatown e Litthe Italy: i quartieri più belli della città; posti in cui perdersi ad ammirare le sue costruzioni in ghisa, le gallerie d’arte, gli artisti di strada e respirare un’aria di tranquillità a pochi metri dal caos della città;, un’esperienza indimenticabile. Io potrei trascorrvi un’intera giornata, qui ci si sente dei veri newyorkesi!
  10. Wall Street: il quartiere finanziario, la culla del sistema bancario mondiale. Passeggiare nel Financial District e vedere la Federal Hall, ricordando che proprio qui ha giurato George Washington come primo presidente americano.

Queste e molte altre attrazioni le potete trovare nei libri di Roberto Rossi, la guida della città con percorsi giornalieri per non perdersi le migliori attrazioni e i più suggestivi angoli nascosti.


The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.