Trekking da Secchieta a Vallombrosa

Tempo di lettura: 2 minuti

Questo percorso ad anello inizia in Secchieta, difronte al Bar Giuntini, meta conosciuta da chi passa per qui.

Parcheggiata l’automobile, imbocchiamo il sentiero 9 che scende nel bosco proprio davanti al bar, per poi prendere la variante 9A che è meno ripida e con più curve rispetto al sentiero CAI9, in inverno ci sono alcuni tratti da guadare, fate attenzione.

Questo trail ci porterà direttamente al “paradisino” e la sua terrazza con vista sull’abbazia.
Scendendo rapidamente arriviamo al punto panoramico, dopo aver attraversato la strada asfaltata.

Da qui, dopo aver ammirato il paesaggio, si prosegue lungo la lunga scalinata della via del calvario, (CAI9) passando le varie cappelle fino a raggiungere il retro dell’abbazia presso le cascatelle del fosso dei Bruciati. Passiamo quindi il ponte proseguendo il cammino lungo le mura dell’ingresso dell’abbazia e successivamente camminando lungo la strada asfaltata che costeggia il pratone, direzione saltino, per poi svoltare e salire lungo il sentiero CAI12; una strada bianca che dolcemente sale fino a Secchieta passando da Macinaia, dove ci siamo soffermati più volte a raccogliere more buonissime!

Arrivati in cima si procedere verso il casermone nero in legno, le antenne del monte secchieta per tornare al parcheggio difronte al bar.
Una passeggiata di 10 km senza particolari difficoltà, si scende rapidamente, ma poi la salita è dolce fino a tornare alla vetta del Monte Secchieta.

The following two tabs change content below.
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.