Giardino Botanico di Valbonella


Nel centro delle foreste Casentinesi, incastonato all’interno di un bosco rigoglioso, il Giardino Botanico di Valbonella, offre la possibilità di passare un po’ di tempo immersi nella natura. Il giardino è ben tenuto, considerando anche l’ingresso gratuito, ed offre 3 percorsi distinti per ammirare alcune specie botaniche ed insetti del bosco, oltre ad alcuni piccoli animali che vivono liberi nel bosco.

Nel laghetto posto vicino all’ingresso si possono ammirare varie specie di insetti che notoriamente vivono vicino ai corsi d’acqua ed in prossimità dei fiori.

Vengono spesso organizzate delle visite guidate nei tre percorsi della riserva, potete trovare le informazioni nel sito internet della cooperativa che lo gestisce. Il luogo si raggiunge piuttosto facilmente, sia dal versante Aretino che da Forlì, basta infatti percorrere la famosa strada del muraglione per poi deviare in direzione del Parco Naturale delle Foreste Casentinesi, oppure come nel nostro caso passando per Stia ed il Passo della Calla, si tratta in ogni caso di una splendida strada da percorrere in moto nel periodo estivo, perché molto fresca ed ombreggiata.

Ma torniamo a parlare del giardino; parcheggiata la moto difronte all’ingresso, si entra e si possono subito percorrere tutti e tre i trail senza difficoltà, trascorrendo un oretta piacevole.

Come detto, il giardino botanico è organizzato con tre percorsi a tema; bosco, torrente e zone umide, rupi, praterie e arbusteti, in cui le piante sono identificate da cartellini con informazioni relative alla specie e all’ambiente in cui vivono. Accanto a queste informazioni ve ne sono altre più specifiche riguardo la distribuzione della specie nel mondo (corologia) e la posizione delle gemme della pianta come adattamento per superare la stagione avversa (forma biologica). Si aggiunge ai percorsi un’area dedicata alle piante officinali e medicamentose e un piccolo giardino delle farfalle in cui sono state messe a dimora le piante da fiore che attirano le farfalle e, più in generale, gli insetti impollinatori.


All’esterno del giardino si trova un bagno pubblico ben tenuto e sopratutto alcune postazioni per organizzare un piacevole picnic e relativo barbecue. Noi decidiamo comunque di mangiare più avanti continuando lungo la via della foresta, ci sono infatti molte zone attrezzate per potersi fermare,  poi riprendiamo la via del fiumicello, che porta all’incrocio con la SP9ter, dove giriamo a sinistra per arrivare al passo del muraglione e rientrare così verso casa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.