Day 14: Breaking Bad e White Sands NM

Tempo di lettura: 4 minuti

Conoscete la serie TV Breaking Bad?
Bene, stamattina iniziamo la giornata proprio con la visita di alcune delle location più famose di questo glorioso show televisivo. Il nostro albergo è in una zona centrale, e raggiungiamo velocemente l’area di interesse che volevamo visitare come prima tappa, ovvero la casa di Jesse Pinkman (322 16th St SW), si tratta ella casa dei genitori che poi lui acquisterà per utilizzarla per le sue “feste”.

Casa di Jesse Pinkman

Proseguiamo così verso l’autolavaggio, il Car Wash (9516 Snow Heights Circe), che incredibilmente è davvero un autolavaggio anche nella realtà, a differenza delle abitazioni che sono delle case private, che ovviamente non si possono visitare liberamente.

Car Wash

Tappa successiva ed immancabile, la casa di Walter White (3828 Piedmont), avevamo letto di tutto su questa abitazione, perchè l’attuale proprietaria sembra passare le sue giornate scacciando i curiosi, noi ci siamo solo soffermati per fare le foto ed abbiamo salutato educatamente, contraccambiati dalla signora che a noi è sembrata tutt’altro che scorbutica, ma forse siamo stati solo fortunati.

Casa di Walter White

Ultima tappa, Los Pollos Hermanos (4257 Isleta Blvd), che nella realtà è davvero un fast food, anche se nell’insegna campeggia la scritta Twisters e non la più famosa insegna della serie tv, un murale che ricorda il logo visto nello show televisivo si trova comunque al suo interno. Anche qui foto ricordo e partenza per le White Sands, sarà una giornata molto impegnativa oggi, quindi non possiamo rimanere oltre ad Albuquerque; un veloce cappuccino di soia nella Contea di Bernalillo e siamo pronti per macinare miglia.

Los Pollos Hermanos

Avevamo pianificato varie soste in questo tratto di strada, la prima era visitare Very Large Array, ed infatti arrivati nei pressi di Socorro, dopo aver pranzato al solito Pizza Hat, ormai una garanzia per noi, imbocchiamo la US-60 che porta in direzione ovest, ma dopo poche miglia dei cartelli indicano che il gate di accesso alla base è chiuso per ragioni di sicurezza, immagino sia per l’attuale situazione Usa-Corea, ma tentiamo di proseguire ancora per un po, finché non siamo costretti a tornare indietro causa chiusura della strada con tanto di militari di guardia, quindi le segnalazioni precedenti erano corrette, a Socorro avevamo comunque dedicato qualche minuto alla visita della San Miguel Church, davvero molto caratteristica, ed al centro città.

Ci dispiace un po’ non aver visto la distesa di radiotelescopi, ma c’è poco da fare. Torniamo sulla I-25 e proseguiamo in direzione sud, Roswell era una possibile variazione al percorso originale, ma siamo talmente stanchi già di primo pomeriggio che decidiamo di rinunciare, la deviazione d’altronde non è poca, sono molte miglia.
Arriviamo così a Carrizozo, ci fermiamo ad un market per prenderci un caffè, ma dei cartelli indicano che a causa di problemi all’acquedotto, non c’è acqua in tutta la cittadina, quindi senza esitazione proseguiamo, questa zona è tutt’altro che accogliente, in giro non c’è praticamente nessuno e le case sono ridotte malissimo, quasi una ghost town.
Poco dopo Tularosa, avevamo previsto di fermarci a PistachioLand Farm Tours & Country Store, e questa volta non ci perdiamo la tappa; si tratta di una fattoria dove producono ogni sorta di tipologia di pistacchi, sembra la versione “pistacchiosa” dei famosi gamberetti di Bubba Gump nel film Forrest Gump, incredibile!
Dentro oltre a tutte le varianti possibili di pistacchi e derivati, ci sono anche molti souvenir a buon prezzo, considerando quanto costano in Italia i pistacchi, qui siamo intorno alla metà del valore a cui siamo abituati.

Arriviamo cosi ad Alamogordo intorno alle 5 pm. facciamo il check-in nel Magnuson Hotel and Suites, tutto manuale alla vecchia maniera, mi dicono che i computers non funzionano, comunque a parte la perdita di tempo fila tutto liscio e dopo una mezz’oretta siamo nuovamente in auto direzione White Sands NM, un luogo che avevamo desiderato visitare da tempo, ed infatti questa lunga deviazione da Albuquerque a Phoenix, l’abbiamo organizzata apposta per visitare il parco.
Arriviamo giusto in tempo per il tramonto, un po’ prima a dire il vero, ci posizioniamo in una delle dune del Sunset Stroll per goderci uno spettacolo che senza mezzi termini definisco il più emozionante di tutto il viaggio!

Purtroppo il parco chiude subito dopo il tramonto ed i ranger fanno la spola per richiamare i turisti ed intimargli di lasciare il parco prima possibile, quindi appena fa buio riprendiamo l’auto e torniamo stremati in albergo, dove mangeremo pane, fagioli ed insalata 😀
Le White Sands ci aspettano per la mattina successiva, non le faremo attendere a lungo…

The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.