Guidare in USA, consigli pratici e suggerimenti

Chi intraprende per la prima volta un On The Road in America, avrà sicuramente un’infinità di dubbi, salire su un’auto e iniziare a guidare in USA è emozionante, ma a volte può generare confusione, la differenza di alcune leggi che regolano il comportamento degli automobilisti e perché no, anche dei motociclisti possono generare dubbi.
Abbiamo già pubblicato un articolo a riguardo con consigli pratici, qui cercheremo di approfondire gli aspetti principali con altre utili informazioni per chi intraprende un viaggio attraverso le sconfinate strade americane!

Spostarsi nelle grandi città in auto è fortemente sconsigliato, meglio usare i mezzi pubblici, altrimenti si rischia di dover investire centinaia di dollari in parcheggio, non sto scherzando, nelle grandi città si arriva a pagare 50/100 dollari al giorno, in più il traffico è spesso caotico.
Discorso diverso per spostarsi negli spazi sconfinati fuori dalle metropoli, qui l’auto è praticamente d’obbligo ed è il mezzo migliore per godersi la magia di un On The Road.
Il sistema viario è pressoché perfetto, autostrade gratuite dove il traffico è spesso assente, la benzina costa poco e se si escludono le corsie preferenziali non si paga nulla per sfruttare le intestate americane, quelle dritte e sinuose strisce di asfalto viste in tanti film. Alcuni ponti e tunnel in realtà sono a pagamento ma di solito si trovano in prossimità delle città e si possono anche evitare percorrendo strade alternative.

Noleggio dell’auto:
La prima cosa da fare ovviamente è noleggiare un’auto, evitate di farlo all’ultimo momento, per godere così di tariffe più vantaggiose e una scelta più ampia su modelli e categoria dell’auto. La scelta è ampia, si parte dalle piccole utilitarie, poco diffuse in America, per arrivare ai SUV e alle auto sportive, con una forbice di prezzo giornaliero cha può andare dai 15 ai 100 dollari.
Potete noleggiarle nei siti web delle singole compagnie, o affidarvi a dei comparatori di prezzo come Rentalcars.com che offrono di solito prezzi migliori e coperture assicurative ampliate.
Le auto americane, salvo rari casi, hanno il cambio automatico, quindi niente frizione, si usa solo il piede destro, a richiesta è possibile avere auto sportive con il cambio manuale ma è davvero poco diffuso. In queste auto si tende ad avere più comandi sul volante e meno nel cruscotto, è una filosofia di progettazione tutta america, quindi prima di partire familiarizzate un po’ con quello che vi circonda, assicuratevi che l’auto non abbia graffi o ammaccature e eventualmente segnalatelo quando la ritirate, stesso discorso per lo stato degli pneumatici e delle miglia che mancano al tagliando, non è raro dover cambiare auto durante il viaggio, fate sempre delle foto prima di spostarla dal parcheggio e se notate qualche problema segnatelo subito.
Ritirare l’auto in aeroporto è più vantaggioso, normalmente i prezzi sono più bassi e la scelta di modelli molto più ampia.
Importante:
Il drop off è una tassa che si paga quando l’auto viene rilasciata in uno stato diverso da quello in cui è stata noleggiata, ad eccezione di California e Nevada dove noleggiando l’auto in uno di questi due stati è possibile lasciarla altrove senza pagare il drop off.

Normalmente in USA a 16 anni è possibile prendere la patente di guida, ma le compagnie di noleggio applicano costi extra per chi ha meno di 25 anni e più di 70, spesso non è ammesso fumare in auto, se lo fate potrebbe costarvi fino a 250 dollari di multa più il costo di risanamento dell’auto.

Assicurazione:
Per quanto riguarda l’assicurazione del veicolo noleggiato, l’equivalente della nostra RCA, vi rimando a questo articolo dove ho già descritto minuziosamente le varie opzioni disponibili e consigliato come procedere. Per l’assicurazione sanitaria, da fare assolutamente visto che il sistema sanitario americano è privato, vi rimando invece a questo articolo con consigli e confronti tra varie compagnie, le spese mediche altrimenti potrebbero essere molto elevate, ricorda che se hai la sfortuna di provocare un incidente d’auto, hai l’obbligo di pagare le spese mediche a chiunque rimanga ferito.

GPS in auto:
Normalmente questo è un optional a pagamento, e secondo me piuttosto costoso; se hai già un tuo GPS che usi in italia, potrebbe essere più vantaggioso acquistare una mappa degli Stati Uniti d’America per il tuo attuale navigatore piuttosto che noleggiarne uno insieme all’auto, anche perché se non hai dimestichezza con la lingua inglese, potresti trovarti a dover affrontare le istruzioni di guida in una lingua per te poco comprensibile.
Ovviamente Google Maps, Mapquest e sistemi similari funzionano, ma non sempre troverai copertura internet nella aree extraurbane e potresti comunque consumare velocemente i GB che hai a disposizione.
Ogni auto noleggiata ha un GPS nascosto che permette al noleggiatore di conoscere sempre la posizione dell’auto, quindi attenzione a recarsi in aree non ammesse o interdette al traffico, potreste ritrovarvi in una spiacevole situazione al momento del rilascio dell’auto a fine On The Road, esempio lampante è una deviazione in Messico, le compagnie di noleggio non ammettono di recarsi in questa nazione, un’eccezione è lo stato della California, che al momento della stesura di questo articolo, non ammette di nascondere GPS nell’auto senza l’autorizzazione del viaggiatore.

In caso di verifica della polizia:
Non scendete assolutamente dall’auto a meno che non sia l’agente a chiedervi di farlo, tenete le mani in vista sul volante, passaporto e patente a portata di mano, non nel bagagliaio o in qualche zaino semi nascosto, non è uno scherzo, in USA la polizia è molto fiscale su questo e dal vostro numero di targa capiscono all’istante che si tratta di un’auto noleggiata.
Cercate di fermarvi sempre in sicurezza sul alto destro, accendete le doppie frecce (anche se non è obbligatorio) e le luci interne dell’auto se è buoi, così l’agente potrà identificarvi più facilmente.
Se non vi sentite sicuri a fermarvi in caso di traffico elevato, potete rallentare per far capire all’agente che lo avete visto e uscire appena possibile in una strada secondaria per fermarvi.

Regole della strada:
I limiti di velocità vanno rispettati, noterete subito che tutti sono molto rispettosi delle regole stradali, normalmente a est del Mississippi il limite nelle interstate è di 65 miglia e a ovest di 70 miglia, ma alcuni stati ultimamente stanno aumentando i limiti.
Le interstate hanno una numerazione molto semplice da capire; i numeri dispari indicano la direzione nord-sud, i numeri pari la direzione est-ovest, ovviamente tutte le distanze sono espresse in miglia, che corrispondono grossomodo a 1,6 km.

I cartelli stradali sono codificati con colori per indicare cosa significano, ve ne spiego qui sotto i principali:

I segnali bianchi con lettere o numeri neri devono essere rispettati con estrema attenzione.

I segnali su fondo verde e le lettere bianche indicano le informazioni sul percorso; sono i più comuni e indicano luoghi e distanze (incluse le uscite), si trovano normalmente sul lato della strada e indicano spesso la distanza tra il punto in cui si trova il cartello e l’incrocio successivo.

I segnali su fondo blu e le lettere bianche sono segni di ospitalità; indicano aree di sosta, alberghi, ospedali, benzina, ecc.

I segnali marroni con lettere bianche indicano zone appartenenti al patrimonio nazionale, come attrazioni storiche, parchi di divertimento, campeggi, parchi nazionali o aree naturali protette. Si tratta di indicazioni importanti per i turisti, perché spesso sono la destinazione della tappa del giorno; normalmente vengono posizionati entro un raggio di venti miglia dall’attrazione, spesso è indicata anche quale uscita usare.

I segnali rossi o arancioni equivalgono ad attenzione, pericolo, fermatevi subito!
Ovviamente devono essere rispettati scrupolosamente, un semaforo rosso lampeggiante indica la stessa cosa di un segnale di stop, per cui dovete fermare completamente la macchina, non è sufficiente rallentare.
Un triangolo capovolto indica l’obbligo di dare la precedenza all’incrocio.

Segnali e luci gialle invitano a prestare attenzione; una luce gialla lampeggiante indica che è necessario procedere con cautela, senza obbligo di fermare la macchina. Nelle periferie e nelle vicinanze delle scuole è consigliabile tenere un occhio vigile specialmente durante il giorno. In America molti animali hanno grosse dimensioni, e sopratutto di notte è frequente incontrarli anche in città, attenzione sopratutto nelle zone rurali e nei periodi di accoppiamento.

Al confine con gli stati, troverete dei segnali che vi danno il benvenuto o l’arrivederci, di solito è presente un’area di sosta per fare le foto, cosa molto amata dai turisti.

Le cinture di sicurezza per il conducente sono obbligatorie, così come i seggiolini per i bambini sotto agli 8 anni, in alcuni stati sono obbligatorie le cinture per tutti i passeggeri e le regole cambiano anche per i seggiolini, spesso i bambini sotto ai 12 anni non possono sedersi davanti.
Il seggiolino va sempre posizionato dietro al guidatore e rivolto verso la parte posteriore dell’auto.

La riga di metà carreggiata è dipinta di giallo per non confondersi, non in bianco come in Italia.

Rimanere senza benzina è un reato in USA!

Come guidare:
Inizio subito con un’indicazione pratica; i distributori di benzina non si trovano lungo le autostrade come da noi, ma normalmente bisogna uscire dall’interstate per rifornire lauto, non sono neanche così frequenti come numero, quindi, nelle aree remote, cecate di non rimanete mai con poca benzina nel serbatoio.
Ogni stato ha le sue regole che differenziano a volte da quelle base, per esempio i limiti di velocità, come già detto, ma basta seguire i cartelli e in generale guidare con prudenza per evitare spiacevoli sorprese.

Foto: Tiziano Brignoli

Se vedete un autobus scolastico con le luci lampeggianti accese o una paletta col segno di stop a lato dello scuolabus, è obbligatorio fermarsi anche per chi procede in direzione opposta, una sanzione in questo caso può rivelarsi molto pesante!

In caso di problemi tecnici al mezzo di trasporto, accostate, accendete le luci di emergenza e chiamate il 911, non fate cose strane, rimanete in auto oppure al sicuro dietro al guardrail se c’è.

E’ affascinante percorrere strade sterrate e accidentate, ma state attenti ai cartelli che indicano terreno privato (“No Trespassing” per esempio) e se è indicato l’obbligo di avere un 4WD, ricordatevi che il cartello non è li per riempire uno spazio vuoto, ma è obbligatorio percorrere quella strada con una macchina a 4 ruote motrici, molte assicurazioni non coprono in caso di danni o incidenti su strade non asfaltate.

Alcune differenze tra Europa e America:
A differenza di quello che succede da noi, nelle strade con 3 o più corsie, non è obbligatorio tenere la corsia più a destra, qui si può sorpassare indistintamente a destra e a sinistra, basta fare attenzione in quanto è una pratica poco familiare a molti europei, evitate comunque di spostarvi continuamente e sopratutto senza segnalarlo, altrimenti verrete fermati sicuramente dalla polizia che sbucherà dal nulla come tele trasportata.
La corsia più a destra, nelle aree urbane, corrisponde spesso all’uscita dall’autostrada, quindi attenzione a non trovarvi imbottigliati e dover uscire forzatamente, se procedete piano è comunque buona abitudine non occupare le corsie di sinistra.
Usare il cruise control è abitudine di tutti gli americani, continui cambi di velocità attirano l’attenzione della polizia, quasi sempre vi ritroverete a viaggiare alla stessa velocità di tutti gli altri automobilisti, è una cosa normale alla quale ci si fa presto l’abitudine.

Raramente troverete delle rotonde, ma sono comuni gli incroci a 4, in cui si passa in base all’ordine di arrivo, curioso vero?
Fermatevi sempre per qualche secondo agli Stop, non è sufficiente rallentare.

Nelle aree vicine alle grandi città, potreste trovare corsie a sinistra con disegnato un diamante sulla carreggiata; si tratta di corsie riservate al “car pooling” detti anche HOV, normalmente si possono percorrere solo se a bordo ci sono almeno due persone, ma prestate attenzione casi cartelli, a volte è richiesto un numero maggiore di passeggeri.
Esistono anche corsie a pagamento dette TOLL (pedaggio in inglese), in alcune auto noleggiate è presente una specie di telepass che permette di percorrere queste corsie e pagare con carta di credito in automatico, è ben indicato con nei cartelli lungo le autostrade se si tratta di corsie CASH LANE o CHANGE RECEIPTS, a seconda degli stati questa sorta di telepass si chiama EPass, SunPass, ecc.
Personalmente consiglio di evitarle, è costoso e inutile a meno di non andare davvero di fretta.
Esiste anche un sistema chiamato HOV LANE, sopratutto in prossimità delle grandi città; con questo sistema viene fotografata la targa e arriva a casa la cifra da pagare, ovvio che con auto noleggiate arriverà al noleggiatore, esistono anche delle App per pagare queste tariffe in comodità ed evitare la sovrattassa del noleggiatore, pagate appena possibile online o con App.
Se fate infrazioni pagate le multe appena possibile, anche online, è tutto indicato nel verbale, altrimenti vi ritroverete impossibilitati a tornare in USA per almeno 5 anni, e rischierete di ritrovarvi tariffe extra addebitate dal noleggiatore a cui arriverà copia della multa.

In molti stati i pedoni hanno sempre la precedenze anche senza la presenza di strisce e comunque in caso di attraversamento pedonale, è obbligatorio fermarsi.
Se incontrate carrozze con cavalli, superatele con cautela e alla massima distanza possibile senza suonare il clacson.

In quasi tutti gli stati, in caso di semaforo rosso, se non diversamente segnalato da un cartello o da una semaforo con freccia, è sempre permesso girare a destra facendo attenzione a pedoni e altre auto che provengono dalle altre direzioni, in alcune zone è permesso anche girare a sinistra con il rosso ma soltanto andando da una strada a senso unico a un’altra strada a senso unico, un po’ difficile da memorizzare ma se dietro iniziano a suonarvi vuol dire che potete andare.

Evitate di rimanere in mezzo agli incroci con lo scattare del rosso, sarete pesantemente sanzionati, assicuratevi di riuscire a passare, altrimenti fermatevi prima.

Lampeggiare con i fari è considerato offensivo, quindi evitatelo.

E’ sempre vietato:
Viaggiare con il cassone del Pickup aperto, bere bevande alcoliche o averle in vista nell’auto, in molti stati è vietato fumare in auto, guidare sotto l’effetto di droghe o farmaci è sempre vietato, in alcuni stati le droghe leggere sono ammesse, ma non puoi comunque guidare sotto il loro effetto.
Non fuggire se urti un auto al parcheggio o peggio ancora una persona, fermati e chiama soccorso, la presenza delle telecamere può comunque incastrarti e farti arrestare, se urti un’auto è sufficiente avvertire l’autonoleggio, normalmente la tua assicurazione ti copre e non dovrai pagare nulla.
In caso di incidente chiamate sempre la polizia al 911, altrimenti senza un verbale ufficiale il noleggiatore potrebbe crearvi problemi, e comunque se l’auto non può ripartire ve ne farà portare un’altra sul posto o consigliarvi la sede più vicina dove recarvi per il cambio del mezzo (spesso vi accompagnerà la polizia).

Situazioni pericolose:
In caso di neve, prestate la massima attenzione, non è raro incappare in bufere di neve sopratutto negli stati del nord e se la radio trasmette messaggi di allerta, non prendeteli alla leggera, mantenete la distanza di sicurezza più ampia possibile e evitate di mettervi in viaggio se la situazione lo sconsiglia, nelle zone montuose è spesso obbligatorio l’uso delle catene, le 4 ruote motrici possono essere di aiuto in trazione ma non in frenata, quindi prestate attenzione e se rimanete bloccati da qualche parte, restate in auto, chiamate il 911 e cercate di non far calare la temperatura dell’abitacolo.

I temporali, anche di forte intensità, possono colpire sopratutto in estate, nel caso si verifichi, fermati a bordo strada in una posizione sicura e lontana dal traffico e da oggetti che possono cadervi addosso, accendete le luci di emergenza e rimanete nell’auto, almeno così i fulmini non risulteranno pericolosi, se i cartelli indicano la possibilità di allagamenti, allontanatevi da quella zona, non è raro che temporali in lontananza generino inondazioni dove siete voi.

Gli uragani colpiscono l’intera costa orientale degli Stati Uniti e il Golfo del Messico, la stagione dura tipicamente dalla tarda primavera all’autunno inoltrato, prestate attenzione al National Weather Service e al Weather Channel durante i mesi in cui l’aria calda e umida è più abbondante.
Tutti gli stati del Midwest sono invece soggetti a tornado, che possono formarsi in qualsiasi periodo dell’anno, ma sopratutto tra marzo e agosto.

In caso di uragani merita rifugiarsi al sicuro, evitate di viaggiare verso la tempesta o cercare di aggirarla, perché non sempre riuscirete a sfuggirgli in quanto potrebbe cambiare direzione, anche tornare indietro non è sempre una buona idea, gli uragani possono viaggiare più velocemente di voi.

I temibili terremoti californiani, potrebbero generare disastri inimmaginabili, non sono facilmente avvertibili in auto, almeno che non si tratti di eventi molto forti, in generale fermatevi fuori da aree pericolose, evitate cavalcavia e ponti.

Come pagare le multe:
Per prima cosa non innervositevi se vi viene elevata una multa, siate sempre cordiali con la polizia, anche perché le difficoltà linguistiche potrebbero creare strane incomprensioni.
Il verbale che vi verrà rilasciato conterrà tutte le indicazioni sulla cifra da pagare e come pagarla, non va mai saldata direttamente al poliziotto. La prima possibilità è quella di pagarla all’ufficio competente della contea, sempre chiaramente indicato sul retro del verbale, ma l’alternativa più comoda è quella di usare il sito web indicato nel verbale; qui una volta inseriti i dati richiesti, basta usare la carta di credito e tutto si risolverà senza nessuna deviazione sul vostro On The Road.
Se la multa dovesse invece arrivare all’autonoleggio, sta comunque a voi pagarla magari quando siete già rientrati in Italia, l’unica differenza è che in questo caso vi verranno addebitate anche le spese di gestione.
Come già detto, il mancato pagamento della multa è un fatto gravissimo in USA, rischiate di vedervi negato l’ingresso in America in successivo viaggio e sicuramente avrete la patente sospesa, il che vorrà dire niente auto a noleggio.
Purtroppo le multe non pagate vengono affidate a società di recupero crediti che non avendo giurisdizione fuori dai confini americani non potranno venire a cercarvi in Italia, ma anche se la cosa in un primo momento potrebbe sembrare positiva, in realtà come già detto rischierete di non poter mettere piede in USA per almeno 5 anni (ESTA o visto negati), avrete la patente sospesa e non conoscendo quale società ha in mano la vostra pratica sarà impossibile cercare di rimediare, questo perché ne esistono molte e la polizia una volta passata la sanzione da riscuotere a una di queste società di recupero crediti non avrà più nessuna competenza per potervi aiutare.

Con questo post vi ho dato un numero elevato di informazioni che spero risultino utili ad ogni viaggiatore, mi raccomando usate sempre il buon senso e rispettate le regole, vivrete così un indimenticabile On The Road.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.