American Addicted: license plates Nevada

Tempo di lettura: 4 minuti
“Quando corri a 90 miglia orarie nel deserto, di notte, hai solo le luci dei fari e le stelle ad illuminare…ma non sei più sulla strada…in quel momento tu sei parte della strada…”
Opie
Nel 1859, grazie alla scoperta del FILONE D’ARGENTO DI COMSTOCK, una parte del territorio dello Utah, fu separato da questo Stato per crearne un altro….oggi siamo a SUDOVEST, nel SILVER STATE….in NEVADA!
Come accaduto per il West Virginia (in cui abbiamo viaggiato lo scorso sabato)avremmo potuto imbatterci in un nome diverso, magari West Utah…invece si optò per il nome Nevada, che in spagnolo significa “innevato”, per la presenza sul territorio della catena montuosa della SIERRA NEVADA, situata nella parte ovest dello Stato.
In passato il territorio vide la nascita di città minerarie per l’estrazione dell’argento ed i lavoratori delle miniere erano soliti rilassarsi giocando d’azzardo. Nel 1909 però il gioco d’azzardo fu bandito dalla legge, ma in seguito alla grande depressione e alla conseguente diminuzione della popolazione, venne nuovamente legalizzato nel 1931. E questo ad oggi è ancora la principale fonte di reddito dello Stato, grazie ai turisti che vogliono tentare la fortuna…e non solo…i procedimenti di legge per matrimoni e divorzi sono molto rapidi e la prostituzione è legale in 12 contee.
Fortunatamente lo Stato non è solo questo…Il vero protagonista è il DESERTO e le sue poche strade. Il silenzio, le scarse luci e le poche cittadine, le stazioni di servizio desolate…un’atmosfera quasi surreale, che sulla HIGHWAY 50 saprà togliervi il fiato….vi troverete sulla strada più solitaria di tutti gli Stati Uniti d’America.
Mano a mano che vi avvicinerete all’area metropolitana di LAS VEGAS, l’atmosfera cambierà del tutto…e dalla poca luce dei fari della vostra auto, vi troverete in una città che di notte è illuminata quanto di giorno…Sin City, la città del rischio, dei soldi, del divertimento….del Diavolo…
Hotel, resort, casinò e ristoranti di lusso si alternano ordinati lungo la STRIP…costruzioni mozzafiato e spettacoli d’acqua offerti dal BELLAGIO, palazzi resi famosi dal grande schermo come il CAESARS PALACE, il MIRAGE, il MANDALA BAY, il FLAMINGO…,ricostruzioni di particolari delle città europee come Venezia e Parigi…uno spettacolo per gli occhi…e non dimenticate tra i tantissimi musei, una visita al NEON MUSEUM, ricco di cartelle e insegne vintage.
CARSON CITY è invece la Capitale di Stato, una cittadina storica e tranquilla, ma che non ha molto da offrire. Più interessanti a mio parere sono le città di SPARKS e RENO.
Magico è anche il VALLEY OF FIRE STATE PARK, con le sue formazioni in arenaria ed il RED ROCK CANYON, la cui valle appare di colore rosso grazie alla particolare roccia presente.
E di certo non possiamo dimenticarci di RACHEL, quella cittadina a ridosso della base che un tempo fu chiamata NEVADA TEST SITE -51 e che oggi è “semplicemente” l’AREA 51…Believe or not, questo è quanto…
Il Nevada in passato è stato anche territorio di test nucleari, una tana strategica per le forze militari. Basta ricordare che negli anni 50, Las Vegas era già meta di numerosi turisti, che però accorrevano per lo spettacolo dei test atomici che si tenevano nel vicino deserto. Il governo dovette poi risarcire oltre 10 mila persone per i danni causati dalle radiazioni.
Parliamo di film? Vi segnalo con piacere LE COLLINE HANNO GLI OCCHI, terrificante horror del regista WES CRAVEN….INDIANA JONES E IL REGNO DEL TESCHIO DI CRISTALLO ( ultimo, per ora, della saga) TREMORS ed il capolavoro capostipite della trilogia UNA NOTTE DA LEONI. Mentre per le serie TV, ovviamente da vedere CSI SCENA DEL CRIMINE, giusto perché io amo le cose originali.
Il motto dello Stato è in puro stile americano, orgoglioso e patriottico….ALL FOR OUR COUNTRY! ❤🇺🇸
U2 “WHERE THE STREETS HAVE NO NAME”
I want to run, I want to hide
I want to tear down the walls that hold me inside
I wanna reach out and touch the flame
Where the streets have no name
I want to feel sunlight on my face
I see that dust cloud disappear without a trace
I wanna take shelter from the poison rain
Where the streets have no name, oh oh
Where the streets have no name
Where the streets have no name
We’re still building then burning down love
Burning down love
And when I go there, I go there with you
It’s all I can do
The city’s a flood
And our love turns to rust
We’re beaten and blown by the wind
Trampled into dust
I’ll show you a place
High on the desert plain
Where the streets have no name, oh oh
Where the streets have no name
Where the streets have no name
We’re still building then burning down love
Burning down love
And when I go there, I go there with you
It’s all I can do
Our love turns to rust
We’re beaten and blown by the wind
Blown by the wind
Oh and I see love
See our love turn to rust
We’re beaten and blown by the wind
Blown by the wind
Oh when I go there
I go there with you
It’s all I can do
The following two tabs change content below.

Edo Cavaletti

Edo Cavaletti, è nato nel 1978, di professione gommista, conosciuto con il nickname Von Tyre, amante delle auto americane, delle Harley e delle Indian, collezionista di license plates e di modernariato americano, amante del sud degli Usa, innamorato del Tennessee e della musica country e rock…soda taster e picker …è un sognatore e crede negli ideali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.