Route 66 il mito Americano su Facebook

Il libro, ha una pagina Facebook dedicata, piena di consigli di viaggio, foto, novità e curiosità sulla Route 66.
Potete accedere alla pagina Facebook cliccando qui, oppure leggere gli ultimi post qui sotto, Buon Viaggio!

Il 2 settembre del 1966, fu aperto al traffico il Chain of Rocks Bridge sul Mississippi a nord di St. Louis. In realtà il ponte doveva essere inaugurato a novembre del 1965, ma problemi di manodopera e altri ritardi resero la costruzione più complessa.

27 mi piace, 2 commenti2 settimane fa

Il 1 settembre del 1932, Herman Raffaelle apriva il Luna Cafe a Mitchell, Illinois. La leggenda narra che la ciliegia nel bicchiere dell’insegna fosse illuminata quando le donne erano disponibili e che la Luna fosse accesa quando nel locale era presente Al Capone.

10 mi piace, 2 commenti3 settimane fa

Il 31 agosto del 1871, nasceva a Stevensville, in Pennsylvania il “Padre della Route 66”, Cyrus Stevens Avery. In vita fu un petroliere e un banchiere, possedeva anche un tribunale e una stazione a Tulsa. Avery divenne il supervisore per le autostrade dello stato dell’Oklahoma nel 1922 e 1925 fu membro del comitato incaricato di pianificare il sistema autostradale nazionale e usò la sua influenza per decidere un percorso da Chicago a Los Angeles che avrebbe migliorato anche i suoi affari, nasceva così la Route 66.

29 mi piace, 1 commenti3 settimane fa

Il 30 agosto del 1971, Merritt McAlister fu ucciso a colpi di arma da fuoco durante una rapina nella sua Toonerville Trading Post a est di Twin Arrows, in Arizona. Sua moglie Pearl fu gravemente ferita ma sopravvisse. Questo non fu il primo triste episodio a colpire la stazione di servizio, infatti nel 1947 George Tinnin, figlio adolescente del proprietario Earl Tinnin, si sparò accidentalmente e morì. Nel 2016 un’altro triste episodio si è consumato qui; Mary Smeal stava lavorando per ristrutturare la proprietà quando è stata colpita e uccisa accidentalmente dal suo ragazzo, un episodio definito strano dalle autorità, accaduto il 16 novembre 2016.

10 mi piace, 2 commenti3 settimane fa

Il 30 agosto del 1958, veniva aperto il primo McDonald’s nel Missouri al 9915 Highway 66 (Watson Road) a Crestwood. Bill Wyatt e Don Kuehl portarono così gli archi dorati a St. Louis, i due che vedete in foto, il tutto prima della costruzione del famoso arco della città che fu completato nel 1965. Nello stesso punto è ancora presente un ristorante della catena, anche se l’edificio originale non esiste più.

38 mi piace, 2 commenti3 settimane fa

Foto dal post di Route 66 il mito Americano

Il 29 agosto del 1977, St. Louis divenne, suo malgrado, la prima grande città americana senza un parco divertimenti. Infatti il famoso “Chain of Rocks Fun Fair” fu chiuso a causa dell’apertura del Six Flags Over Mid America nel 1971, di tasse troppo onerose per la città e due gravi incendi. Il parco sulla scogliera che dominava il ponte sulla Route 66 ( il Chain of Rocks Bridge ) fu aperto nel 1924 ed in breve tempo divenne una delle attrazioni più importanti dello stato, fu il luogo preferito per i picnic scolastici negli anni ’60 e ’70. Foto: pinterest

19 mi piace, 1 commenti3 settimane fa

Il 28 agosto del 1903, veniva fondata ufficialmente, con la produzione di serie della prima moto, la Harley Davidson. Negli anni il marchio è diventato un simbolo indiscusso degli Stati Uniti d’America, delle motociclette per eccellenza e dello spirito di libertà che tanto amiamo. Nella foto, presa dal sito web ufficiale, i fondatori Arthur Davidson, Walter Davidson, William Harley e William Davidson. Se siete interessati a fare un On the Road in Harley Davidson sulla Route 66, vi rimando a questo nostro articolo: https://www.veganiinviaggio.it/2019/03/27/viaggio-in-moto-lungo-la-route-66/

59 mi piace, 5 commenti3 settimane fa

Il 25 agosto del 1951, venne inaugurato l’Avalon Café di Gallup. Il locale era stato completato circa un mese prima a mezzo isolato a est dell’Hotel El Rancho sulla Route 66. Fu costruito da Henry Whipple in collaborazione con James Kar e Tom Fillios. Tutti i clienti del primo giorno ricevettero degli omaggi; un portachiavi per i signori e fiori per le signore.

32 mi piace, 2 commenti4 settimane fa

Racconti in valigia: Roberto "plant based" innamorato dell'America

Gli Amici di Rolling Pandas mi hanno intervistato, ho parlato dei viaggi e del mio amore per gli States, per New York City e per la mitica Route 66!

32 mi piace, 1 commenti1 mese fa

Il 22 agosto del 1950, Il dott. H. H. Nininger, proprietario dell’American Meteorite Museum vicino al Meteor Crater, annunciò la chiusura definitiva del museo per il Labor Day. Nininger affermò che la modifica al percorso originale della Route 66 ha lasciato il museo ben lontano dalla strada principale e dal flusso del traffico, il museo non era autosufficiente se non durante i mesi estivi, pertanto non poteva continuare a tenerlo aperto La sua collezione di meteoriti fu messa in un deposito e successivamente venduta a collezionisti o ceduta ad altri musei.

43 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Foto dal post di Route 66 il mito Americano

Il 20 agosto del 1933, gli ultimi ospiti lasciarono le stanze del Coral Court Motel, che fu chiuso definitivamente. Noto in tutta la Route 66 per il suo design moderno e i garage annessi, divenne uno dei motel più famosi di tutta la Mother Road, ma il costo esagerato per la sua ristrutturazione, si parla di oltre 1 milione di dollari, costrinse il proprietario alla chiusura. Nonostante l’impegno di enti locali e privati cittadini, la struttura fu demolita nel 1995 per far posto allo sviluppo urbano dell’area ovest di St. Louis. Nel periodo della chiusura contava ben 77 stanze, ma quando fu aperto da John Carr nel 1941 ne aveva solo 20.

31 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Il 17 agosto del 1901, veniva aperto il tunnel di Broadway attraverso Fort Moore Hill a Los Angeles. Il tunnel ha alleggerito il traffico, facendo della Broadway una via larga fino a Buena Vista Street, oggi Sunset Boulevard. Il tunnel fu demolito nel 1949 quando Fort Moore Hill fu rasa al suolo per la costruzione della nuova superstrada di Hollywood, la US101, divenuta poi Route 66.

31 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Il 15 agosto del 1928 , apriva il California Theater di San Bernardino, in California, la proiezione di “Street Angel” con Janet Gaynor inaugurò il teatro che fu progettato da John Paxton Perrine per la Fox. Will Rogers fece la sua ultima apparizione pubblica qui il 28 giugno 1935 a beneficio del Salvation Armi, purtroppo morì in un incidente aereo il 15 agosto dello stesso anno.

19 mi piace, 1 commenti1 mese fa

Sulla strada di Easy Rider, percorso completo e suggerimenti - Vegani in Viaggio

Un film che ha segnato un’era, facendo sognare generazioni, emblema della libertà e del viaggio On a The Road. In questo articolo è spiegato fedelmente tutto il percorso che ha visto i personaggi del film vivere un’avventura unica. Gran parte del tracciato si snoda proprio nella nostra amata Route 66! Questo settembre, gli amici di EagleRider Milano EagleRider, propongono un tour in modo sulle orme di Easy Rider. #eaglerider #eagleridermilano #easyrider

59 mi piace, 2 commenti1 mese fa

I’11 agosto del 1955, sei persone morirono in un incidente nella Route 66 a ovest di Clines Corners, a causa della stanchezza. Il NAACP affermò che i viaggiatori afroamericani “Non avrebbero potuto trovare sistemazione in nessuno dei motel o campeggi sulla Route 66 dal confine del Texas fino ad Albuquerque”. Un sondaggio rivelò infatti che solo otto dei 100 motel lungo il tratto della Route 66 del New Mexico accettavano “Negro Tourists”. Molti viaggiatori hanno fatto affidamento sul famoso “Green Book” per trovare una sistemazione, anche se con notevoli difficoltà. Per fortuna le cose cambiarono radicalmente negli anni successivi. Un film uscito pochi mesi fa, racconta molto bene la situazione vissuta dagli afroamericani in quel periodo, una pagina amara della storia americana.

37 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Foto dal post di Route 66 il mito Americano

Antelope Canyon: Questa formazione rocciosa è stata erosa nel tempo dalle acque ed ha generato un Canyon alto dai 10 ai 20 metri, sinuoso e coloratissimo, visitabile a piedi con accompagnatori locali. Il canyon è composto da due sezioni: quella più frequentata è la Upper ma quella forse più spettacolare è la Lower. Decidere quale visitare, onestamente, è un problema; la cosa più logica sarebbe vederli tutti e due ma i Navajo si approfittano di questo spettacolo della natura ed il costo del biglietto è di 25 dollari per ogni ingresso.

67 mi piace, 9 commenti1 mese fa

Il 5 agosto del 1960, Miss Oklahoma tagliava il nastro del nuovo Suntide Inn al 3200 NW 39th Street (Route 66) a Oklahoma City. Il motel, conosciuto anche per la sua particolare insegna, ha vissuto un periodo glorioso fino al 1977, quando fu acquistato dallo stato e convertito in una prigione È stata una struttura correttiva femminile dal 1992 al 2013, attualmente è abbandonata ed è stata messa all’asta dallo stato nel 2015 per un valore stimato di $780,000.

20 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Il 4 agosto del 1939, Roy Rives apriva il Rock Café sulla Route 66 a Stroud, in Oklahoma. Si dice che sia stato costruito con arenaria recuperata da un progetto di costruzione della Route 66, purtroppo il caffè fu chiuso e abbandonato negli anni ’80. Dawn Welch acquistò il locale nel 1993 e iniziò il restauro, riaprendolo pochi mesi dopo. Nel 2008, un incendio devastante ha quasi fatto fallire per sempre il Rock Café, ma con l’aiuto di un sussidio del National Park Service Route 66 Corridor Preservation Grant è stato restaurato dal tetto verde all’insegna al neon e l’esterno in arenaria. Dawn è stata l’ispirazione per il personaggio di Sally Carrera nel film “Cars”.

23 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Foto dal post di Route 66 il mito Americano

In molti credono che la Route 66 sia ormai morta, ma per fortuna non è così; ieri è stato inaugurato un nuovo ponte che ha permesso di riaprire al traffico un tratto di Mother Road a Hazelgreen in Missouri. Per l’occasione, dopo il taglio del nastro avvenuto alla presenza di alcuni rappresentanti delle associazioni dei vari stati, un gruppo di collezionisti ha attraversato il ponte con le loro vecchie auto.

68 mi piace, 4 commenti1 mese fa

Il 2 agosto del 1951, uno scaldabagno nella hall del Kimo Theater di Albuquerque esplode uccidendo Bobby Darnell, un bambino di sei anni. Si dice che il teatro, uno dei più belli della Route 66, sia ancora oggi perseguitato dal fantasma di Bobby…

16 mi piace, 3 commenti1 mese fa

Il 1 agosto del 1971, un incendio devastava il Two Guns in Arizona. L’incendio distrusse il motel e la stazione costruiti da Benjamin Dreher nel 1963. La stazione originale, il negozio e lo zoo lungo la strada furono invece costruiti nel 1924.

20 mi piace, 1 commenti1 mese fa

Il 31 luglio del 1907, entrò in funzione la centrale elettrica della Desert Power and Light Company a Kingman, in Arizona. Fu realizzata per fornire energia elettrica alle miniere locali, ma successivamente si rese utile per la costruzione della diga di Hoover. L’impianto è rimasto inattivo dopo che la Hoover Dam è andata online, ma nel 1997 lo stabile fu restaurato e riaperto come centro visitatori, la struttura è visibile in questa foto in fondo alla strada sulla sinistra.

24 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Route 66, mappe dettagliate stato per stato - Vegani in Viaggio

Dopo la mappa completa dei punti di interessa condivisa pochi giorni fai, ecco un nuovo link con le mappe di ogni singolo stato e tanti consigli di viaggio.

61 mi piace, 3 commenti1 mese fa

Foto dal post di Route 66 il mito Americano

Il 27 luglio del 1958, fu aperto il primo di una catena di ristoranti drive-in nell’area di St. Louis, precisamente all’angolo tra la Highway 66 e Sappington Road, difronte a Crestwood Plaza. Lee Toberman era il responsabile dell’Henry’s Serve Yourself Drive-In del Tobey’s e pensava che da li a poco avrebbe fatto fallire McDonald’s aprendo altri 5 ristoranti nelle settimane successive, in realtà non furono mai aperti e come è andata a finire la sua battaglia lo sappiamo benissimo.

20 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Il 25 luglio del 1877, il consiglio comunale di Empire City approvò una risoluzione che ordinava la costruzione di una palizzata alta otto piedi e lunga mezzo miglio lungo il lato sud della città, nel tentativo di rallentare la crescita della rivale Galena, in Kansas. Avrebbe praticamente fermato tutto il commercio tra le comunità minerarie ai lati opposti di Short Creek. Successivamente il sindaco di Galena formò un gruppo armato che prese d’assalto la palizzata e la demolì nel giro di una notte. Empire City divenne parte di Galena nel 1909, i resti della palizzata e di alcune vecchie costruzioni sono ancora li poco a nord di “Murder Bordello” altro luogo decisamente particolare di Galena…

11 mi piace, 2 commenti1 mese fa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.