Viaggio vegan in Sri Lanka

Tempo di lettura: 2 minuti

La prima cosa che ho notato appena atterrato in Sri Lanka, è stato il sorriso stampato nel viso delle persone, un sorriso spontaneo, una cosa che mi ha messo subito di buon umore.
Lo stesso sorriso che ho trovato nella natura rigogliosa dell’isola, dove si vive ancora in perfetta armonia consapevoli del rispetto dovuto a Madre Natura, una vita semplice, di una spontaneità coinvolgente, bastano 5 minuti, forse meno, per sentirsi partecipi di tutto questo.
La vita quotidiana si svolge con i ritmi della natura, non si pretende che sia lei ad adattarsi a noi, ma l’ovvio contrario, cosa spesso dimenticata da noi occidentali.

Ci si stupisce della semplicità dei luoghi e al tempo stesso della loro ricchezza storica e culturale, le persone che incontri per strada scambiano volentieri un sorriso, gli animali vivono rispettati nel loro habitat.
Storia, tradizioni e cultura, diventato inebrianti fin dalla visita del primo sito archeologico, si rimane affascinati da come queste costruzioni siano arrivate ai giorni nostri e di come ancora oggi vengano rispettate.
In alcuni luoghi sacri, gli animali che vi abitano sono considerati con il massimo rispetto, siamo noi gli estranei che visitano i loro luoghi e non il contrario, è proprio con questo rispetto che ogni giorni le persone portano doni chiedendo in cambio serenità.

Una tradizione ben inserita nella cultura dello Sri Lanka, qualcosa che rende magico questo paese anche e sopratutto che per noi vegani.

Alcune aree offrono caratteristiche naturali uniche, permettendo delle esperienze indimenticabili, Sigiriya patrimonio dell’Unesco ne è uno splendido esempio. L’esperienza di salire fino al Lion Rock lascia senza fiato, anche grazie allo spettacolare trail, in alcuni punti sospeso nel vuoto.

Piantagioni rigogliose di tea, si perdono a vista d’occhio, uno spettacolo unico che si apre ai miei occhi appena inizio a salire verso Nuwara Eliya, le splendide montagne ondulate dove viene coltivato il famoso Ceylon Tea.
Un’esperienza pazzesca è usare il treno per spostarsi da Kandy a Nuwara Eliya, attraversando così le piantagioni di tea.

Se pensate anche voi che un viaggio in Sri Lanka sia un’esperienza affascinate, e vi assicuro che lo è, vi consiglio un viaggio estremamente interessante pensato e costruito intono alle esigenze vegan, un’esperienza di vita che sono sicuro non dimenticherete, io porto sempre con me un ricordo speciale di quanto ho vissuto in questa magica isola.

Cliccate qui e inviate un’email e ricevere senza impegno informazioni e quotazioni

Oppure contattate ReporterLive dal loro sito web o via telefono al numero 055/0544800

The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.