Ristorante Osteria Ciriera

Tempo di lettura: 3 minuti

In provincia di Siena, esiste una piccolo borgo di un migliaio di abitanti che ha la più grande concentrazione di locali vegan di tutta Italia.
Non sto scherzando, l’ho scoperto un po’ per caso recandomi a Trequanda per passare una domenica in giro tra le splendide Crete Senesi, qui infatti è presente un Osteria vegana, anzi “100% vegetale” come dicono Federica e Giorgio, si tratta del Ristorante Osteria Ciriera, un locale davvero carino e accogliente certificato VeganOK!
Poco distante la Pizzeria Paradiso propone pizze vegan con mozzarella vegetale e già qui mi sono commosso, ma la cosa ancora più sorprendente è accaduta scoprendo la Gelateria Paradiso che propone solo gelati 100% vegetali, realizzati grazie a prodotti studiati dallo chef Emanuele Di Biase.

Capirete bene che ho creduto di vivere un sogno, tra l’altro a pochi chilometri da dove abitiamo noi.
L’Osteria Ciriera si trova nel centro del paese, nella piazza principale al numero 23, ma non potete sbagliarvi, appena arrivati in Piazza Garibaldi noterete subito il locale, davvero molto bello e perfettamente inserito nel contesto storico.

Il menu che vedete qui sotto è stato studiato per accontentare tutti, i prezzi sono allineati con la qualità del cibo, davvero ottima direi: antipasti, primi, secondi e dolci, con vini della zona che credo non abbiano bisogno di presentazioni, alcuni dei quali provenienti da Villa Anna di Montepulciano che produce vini certificati Vegan, altra sorpresa di questa domenica passata in un angolo d’Italia “incredibilmente vegan”.

Tutte le portate sono state all’altezza, la cucina ripropone piatti della tradizione in veste vegan e lo fa davvero bene, in alcuni casi i piatti sono stati sorprendenti, i “Pici fatti a mano con Spinaci al pesto, rucola e pomodorini” erano favolosi, ma anche le altre pietanze si sono rivelate ottime.
Quindi se passate qualche giorno a Siena, o nella zona di Trequanda, anche la Val d’Orcia è vicina, non potete perdervi un pranzo o una cena all’Osteria Ciriera, e poi un bel gelato vegan alla gelateria Paradiso, poco distante (via Traversa dei Monti, 4), se siete amanti ella pizza, troverete anche questa in versione vegan.

Noi abbiamo mangiato all’esterno, ma il locale offre anche una sistemazione interna davvero gradevole con arredamento curato e confortevole.

Trequanda è un delizioso borgo immerso nella campagna senese, nella classica campagna toscana, si trova in Val di Chiana, molto vicino a Sinalunga. Nel paese è ancora presente il maestoso Castello della famiglia dei Caccianti all’interno del quale spicca uno splendido giardino proprio dietro la torre in pietra che ci accoglie difronte al parcheggio principale.
Non lontano dal centro è presente una singolare costruzione, detta Torre del Molino a Vento, si tratta di un colombaio che risale alla fine del Settecento, al cui interno sono conservati circa cinquecento nidi di terracotta disposti a scacchiera destinati ad accogliere i colombi.

Nella piazza principale la Chiesa Romanica dei Santi Pietro e Andrea regala una facciata molto particolare, in zona sono presenti anche altri piccoli borghi raggiungibili con una strada che si snoda su splendide colline coltivate, si tratta di Castelmuzio e Petrolio.

Un ringraziamento speciale va a una mantide religiosa che ci ha fatto compagnia, senza disturbare, in modo davvero garbato durante il nostro pranzo.

The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.