La Dispensa di Amelia

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando mi sono messo a cercare un ristorante vegano per passare una serata ad Arezzo, sono rimasto sorpreso nel veder sbucare su Google map La Dispensa di Amelia (via Isonzo, 42), sopratutto perché abito in provincia e non sapevo dell’esistenza di questo locale, aperto da Paola nel gennaio 2017.

Ho prenotato via Facebook il giorno stesso incuriosito anche dalle recensioni positive a da come si presenta il ristorante, ovvero; cucina esclusivamente vegan e biologica con prodotti naturali e di qualità, alcuni raccolti dal terreno direttamente da Paola.

La proprietaria, ci tiene a far conoscere la cultura vegan anche a chi si avvicina, anche solo per curiosità, a questa filosofia di vita ed è sempre aperta a parlare con tutti.

Il locale è molto accogliente, arredato con prodotti vintage che sembrano recuperati da chissà quale casa abbandonata, ma tutti inseriti in un contesto armonioso ed accogliete, pulito e molto artistico. In realtà tutti i mobili appartenevano ad Amelia, la nonna di Paola, che da anche il nome al locale ed ha aperto la mente alla nipote spingendola in questa incredibile avventura culinaria, rivisitando in ottica moderna e vegan molti piatti della cultura italiana.

A proposito di arte, nel ristorante sono esposti molti quadri dipinti dalla stessa Paola, ho appreso che prima di aprire il ristorante, si occupava di arte e devo dire che tutte le opere rispecchiano a pieno la filosofia Vegan, non vi dico altro, perché dovete vederli con i vostri occhi mentre vi gustate le splendide pietanze.

Il menu viene costantemente aggiornato, sia perché vengono usati esclusivamente prodotti stagionali, incredibilmente il ristorante non ha neanche un congelatore e questo vi fa ben capire la filosofia che c’è dietro questa cucina semplice e raffinata, biologica ed dai sapori ricercati. Ritengo che questo luogo sia adatto a tutti, compresi gli onnivori, che potranno così rendersi conto che i vegani non mangiano solo insalata, se invece siete vegani, apprezzerete davvero tanto gli ottimi sapori che Paola propone ai suoi commensali.

Veniamo quindi ai piatti, io e mia moglie, abbiamo scelto due antipasti, un risotto, due secondi ed uno spettacolare dessert; la cheesecake raw, che definirei strepitosa, niente male anche la cheesecake New York, ma quella crudista è stata davvero un’esperienza unica.

Tutti i piatti sono ben presentati e gustosi, davvero di ottima qualità, fin dall’antipasto che noi abbiamo scelto sotto forma di zuppa è vellutata, le porzioni ben bilanciate ed i prezzi allineati alla media dei ristoranti, ma ritengo che la qualità e varietà proposta sia davvero un plus non indifferente, si sente subito che i prodotti usati sono di ottima qualità, per concludere, non perdetevi i liquori fatti da Paola, unici e buonissimi.

Insomma, un’esperienza decisamente positiva, consigliata davvero a tutti.

The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.