Ghost Town: Picher in Oklahoma

Christian Church - Picher, Oklahoma

Con questo primo articolo vorrei inaugurare un filone dedicato alle Ghost Town Americane, posti molto affascinanti, visitati da migliaia di turisti ogni anno, località spesso al limite del vivibile, impervie, abbandonate da anni, dove non vive più nessuno, ma dotate di un fascino unico, ferme nel tempo, dove piano piano la natura riprende i suoi spazi, spazi che l’uomo gli ha sottratto in modo prepotente, come nel caso di questa prima Ghost Town di cui voglio parlarvi.
Siamo in Oklahoma, in una zona in cui la Route 66 passa abbastanza vicina, la Mother Road ha molte Ghost Town lungo il suo percorso, abbandonate dopo la dimissione della strada, ma Picher ha avuto un destino ben diverso.

Picher

La cittadina dista poche miglia da Joplin, fondata nel 1913 intorno ad una miniera che negli anni ha regalato benessere e ricchezza a tutta l’area, si pensi che qui sono stati estratti 20 miliardi di dollari di minerali, sopratutto piombo e zinco, ma ahimè è stata proprio la miniera a decretarne la morte. Il picco della popolazione risale al 1926 con 14.252 residenti, poi via via che la miniera si esauriva diminuiva la necessità di operai e quindi piano piano la città si è svuotata fino ad arrivare nel 1960 con soli 2.553 abitanti. Le miniere furono chiuse nel 1967, da allora ben 14.000 pozzi minerari vennero abbandonati a se stessi, scelta devastante per tutta l’area. Il fango ed i detriti estratti durante la corsa ai minerali hanno inevitabilmente inquinato tutta l’area, lo si vede bene anche da Google map.

70 milioni di tonnellate di rifiuti potenzialmente tossici hanno inquinato l’acqua, facendo morire la vegetazione circostante e le forme di vita che vi abitavano, nel 2006 l’EPA ha tentato inutilmente di ripulire l’area, ma il danno era troppo severo e quindi la popolazione fu spostata in massa altrove, il governo chiuse così l’area definendola tossica. Molti edifici posano le loro fondamenta in zone precarie scavate sotto durante la ricerca dei minerali e quindi prive di appoggi solidi, molte saranno letteralmente sprofondando.

Abandoned Picher

Un video realizzato poco tempo fa con l’ausilio di un drone, regala un punto di vista insolito e romantico su una delle Ghost Town più impervie e difficili da visitare di tutti gli USA

Attualmente risulta impossibile visitare l’area più interna, anche se 20 persone vivono ancora a Picher nonostante un devastante tornado nel 2008 abbia spazzato via quel poco che rimaneva della vecchia e gloriosa e Picher in Oklahoma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.