Stripes of-f Road e le loro splendide creazioni

Tempo di lettura: 3 minuti

Chi mi conosce sa quanto amo le t-shirt e gli zaini, ho ancora un il mio vecchio Invicta del periodo della scuola.

Ma in questo post voglio parlarvi di qualcosa di nuovo, realizzato da una ditta di Verona che si chiama Stripes of-f road, e che realizza borse e zaini con materiale di recupero, si avete capito bene. Il sistema che sta dietro a questo si chiama upcycling e consiste nell’utilizzo di materiali destinati ad essere dismessi o gettati, per creare nuovi oggetti dal valore maggiore del materiale originale, una cosa geniale e sopratutto ecologica.

Avreste mai pensato che questi due oggetti qui sotto, insieme a qualche altro accessorio, avrebbero potuto, tramite ore di lavoro tanta tecnica e bravura generare uno zaino come questo che vedere nelle foto del post?

Sembra incredibile ma è proprio così, personalmente ho scelto, nel loro laboratorio, una vecchia sacca militare, una camicia militare, la stoffa interna, e qualche altro particolare, e dopo il lavoro di Paola e Michele ho ricevuto a casa mia uno zaino strepitoso, pieno di particolari unici, ma sopratutto ricco di storia.

Una sacca di un militare americano, chissà quali avventure avrà vissuto, una camicia di un militare americano indossata chissà in quale missione, insomma qualcosa di unico e ricco di storia già prima di arrivare a me, in più cinture di sicurezza completano lo zaino al posto delle normali tracolle. Il tutto ben illustrato anche nello splendido cartellino allegato allo zaino, particolari che arricchiscono a mio avviso il prodotto.

Lo zaino si presenta davvero bene, solido, ben fatto e resistente, per me è stata realizzata una versione speciale, con una pelle sintetica, non di origine animale ma vegetale, un prodotto innovativo che dimostra la costante attenzione dell’azienda nella ricerca di nuove soluzioni.
Sono presenti molte tasche interne e esterne, comode e di facile accesso.

Non dimentichiamoci poi la bellezza estetica di questo zaino, me ne sono innamorato già prima di riceverlo, avendo potuto seguire il processo costruttivo giorno dopo giorno, trovate un estratto nel video a fine articolo. Lo zaino che ho ricevuto ha addirittura due configurazioni di utilizzo; con una sola tracolla oppure con doppia tracolla per essere indossato come un classico zaino.

Un prodotto unico, esteticamente affascinante e ricco di storia, fatto con materiali “upcycling in questo caso addirittura vegan!
Adoro la possibilità di dare nuova vita a vecchi oggetti, nell’epoca del consumismo, è apprezzabile riutilizzare vecchi oggetti e sopratutto ecologico.
Stripes of-f road realizza i propri prodotti in modo totalmente manuale, dei veri artigiani, lavano con attenzione e con prodotti ecologici le stoffe, e cercano costantemente nuovi oggetti da usare per le loro splendide “bag with a story”, un processo che richiede giorni di lavoro e tanta tecnica per arrivare allo zaino o borsa finita.

Se vi ho incuriosito, visitate la pagina Facebook o Instagram di Stripes of-f Road e ordinate anche voi la vostra borsa o zaino, camminando per strada non passerete inosservati.

Ringrazio Stripes of-f Road per avermi coinvolto nel test di questo prodotto e del materiale vegan utilizzato per realizzarlo, sarò felice di valutarne l’evoluzione nelle prossime settimane.

The following two tabs change content below.
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.