Quanto inquina Internet?

Tempo di lettura: 3 minuti

Più volte mi sono chiesto quanto potesse impattare sull’ambiente la mia vita virtuale, quella reale è ormai calcolabile e come molti cerco ogni giorno di limitare il mio impatto sul pianeta, la scelta Vegan come sappiamo è la più sostenibile per il nostro pianeta, basti pensare alla quantità di acqua necessaria a “produrre carne” o a quanto inquinano gli allevamenti intensivi, è un argomento ostico che in più occasioni ho affrontato.

Da un po di tempo mi ero posto il problema del consumo di energia dei server e dei data center che gestiscono la mia vita online, i big della Silicon Valley sono ormai attenti a questo; basti pensare che Apple, Google, Amazon usano ormai quasi esclusivamente energia Green per tutti i loro server, Amazon negli Stati Uniti d’America ha iniziato a usare anche furgoni elettrici prodotti da una loro controllata di nome Rivian, un cambio di passo significativo che almeno, in parte vorrei realizzare anche io.

Quasi per caso ho scoperto un servizio di hosting che mi ha incuriosito fin da subito; la risposta alla mia domanda era propio qui nella loro landing page.

Quanto inquina Internet?

Secondo i dati di Easy Travel Hosting inquina come HONG KONG, SINGAPORE, il BANGLADESH, le FILIPPINE, la MONGOLIA o COME SE TUTTE LE 31 MILIONI DI AUTO INGLESI DECIDESSERO DI FARE IL GIRO DEL MONDO, insomma una quantità di energia non trascurabile.

Quanto inquina un utente medio del web?

Difficile a dirsi, andrebbero fatto svariati calcoli, ma se si pensa che in media ogni 8 mail inviate si genera un inquinamento pari a 1 km percorso in auto, ci si rende conto che le nostre decisioni virtuali pesano non poco!
Sembra impressionante, ma sono dati ufficiali che fornisce la stessa Google.

Quindi come possiamo inquinare meno?

A questa domanda ho trovato risposta abbastanza in fretta, quasi per caso, infatti grazie a Easy Travel Hosting mi sono reso conto che era possibile limitare l’impatto sul pianeta almeno per il servizio di hosting, piano piano trasferirò tutti i miei WordPress su piattaforme Green, per scelta e anche perché il futuro sarà questo!

Il servizio di hosting offerto, si regge sul 100% di energia rinnovabile utilizzata, come ho deciso di fare io per il mio ufficio, il data nel Regno Unito è certificato e regolato dall’organismo preposto (Ofgem) e fornito da E.ON, stesso discorso per i data center in USA certificati da Green-e.

Oltre al servizio di hosting vengono offerti anche servizi di ottimizzazione del proprio sito web e altri prodotti sempre legati al mondo web, ovviamente.

Il costo è maggiore?

Direi proprio di no, se non di pochi euro rispetto al provider classico e comunque una manciata di euro in più ogni anno ripagano in salute nostra e del pianeta, un investimento più che giustificato quantificabile in 3 euro/anno per ogni sito WordPress.

La mia intervista

Mi sono talmente appassionato a questa idea, semplice ma efficace, che ne è nata anche una collaborazione come affiliato arrivando anche a una piccola intervista.
Infatti visto che su questo blog trattiamo argomenti Vegan e Green, anche loro di Easy Travel Hosting hanno deciso di farmi una piccola intervista che potete leggere cliccando qui.

Poche domande che mi hanno permesso di parlare della mia vita e del blog Vegani in Viaggio, che in questi ultimi mesi è cresciuto e che piano piano sta diventando un punto di riferimento per i viaggiatori vegani di tutto il mondo!

foto in alto: NASA

The following two tabs change content below.
Roberto Rossi
ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"
Roberto Rossi

Ultimi post di Roberto Rossi (vedi tutti)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.