Montalcino, sulle tracce del Brunello

Non ditemi che non conoscete Montalcino, perché non ci credo. Si tratta di un comune in provincia di Siena famoso per la produzione del vino Brunello, uno dei più rinomati in tutto il mondo.
Dal Valdarno, per arrivarci, percorriamo strade a noi molto familiari, passando per le Crete Senesi godiamo di uno dei panorami più belli d’Italia, questa zona è da visitare assolutamente, sopratutto in primavera.


Strada facendo passiamo da Buonconvento, cittadina che non avevamo mai visitato, ma che questa volta attira la nostra attenzione; è presto ed avevamo previsto di arrivare a Montalcino per pranzo, quindi facciamo una prima sosta qui per ammirare il suo centro storico medioevale, particolarmente caratteristico e ben tenuto, vi consiglio davvero di dedicargli del tempo, non ve ne pentirete, in questo periodo, tra l’altro, tutto il paese è pieno di fiori.

Riprendiamo la moto, parcheggiata all’ingresso del centro storico, e ci dirigiamo verso la nostra meta finale; la strada attraversa dei paesaggi classici di questa zona d’Italia, si tratta pur sempre della Val D’orcia, e percorrerla in moto è davvero emozionante, l’unica nota negativa, è un piccolo tratto sterrato, dovuto presumibilmente ad una vecchia frana, che è rimasto così da anni, proprio nei pressi di Montalcino, poco prima di salire verso il paese, è una nota negativa per un posto così famoso in tutto il mondo.
Il centro storico, anche in questo caso, è fantastico, ben tenuto ed accogliente, ricco di negozi di prodotti tipici, visitiamo, oltre al centro del paese, anche la Fortezza Montalcino, la Cattedrale del Santissimo Salvatore e la pineta posta dietro alla Fortezza che raggiungiamo in moto risalendo dalla rotonda principale, mangiamo qui con il nostro kit vegan di viaggio ed un po di schiacciata acquistata da Petto’s Pizza, considerando che in queste zone, per noi vegani, non è proprio semplice trovare qualcosa, è sempre bene organizzarci prima da casa.

Non possiamo evitare di visitare anche Montepulciano, altra perla Senese, ricca di storia e posta su una collina dalla quale si gode un panorama unico sulla vallata, ed oggi, grazie a delle nuvole che sembrano dipinte, riusciamo a goderci uno spettacolo ancora più emozionante.

Come se non bastasse, strada facendo nei pressi della Colonna del Grillo, ci aspetta un campo di papaveri talmente colorato da sembrare un dipinto, ma si sa, madre Natura è capace di regalarci spettacoli unici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.